#Sapevatelo: 5 cose su… Shrek

shrek_2001_1

1) La storia dell’orco della DreamWorks si basa sulla favola ideata dallo scrittore e illustratore americano William Steig, pubblicata nell’ottobre del 1990 con il nome di “Shrek!”. La storia vedeva come protagonista l’omonimo orco, che dopo essere stato cacciato fuori di casa a causa del suo comportamento burbero, viaggia il mondo trovando infine la tranquillità nell’amore di una principessa-orchessa. Steig, che morirà nel 2003, dopo aver visto la prima del film insieme alla moglie (2001) dichiarò: “Sono venuto qui pensando che avrei odiato questa pellicola, o che avrei pensato ‘Cosa diamine ha fatto Hollywood alla mia storia?’. Ma mi sono dovuto ricredere: avevo paura che avrebbero reso il tutto in maniera eccessivamente tenera e dolce, invece hanno fatto un ottimo lavoro”.

2) Steven Spielberg, che ci ha l’occhio lungo, aveva acquistato i diritti del film già nel 1991, per farne un film a cartoni animati in tecnica tradizionale. Fu poi però convinto dal produttore John H. Williams a portare l’idea, nel 1994, alla neonata DreamWorks, progetto ambizioso avviato dallo stesso Spielberg, assieme a Jeffrey Katzenberg e David Geffen, per provare a rompere il monopolio della Disney nel settore. L’antipatia verso la Disney fu uno dei ‘motori’ del progetto Shrek: Katzenberg, che si era lasciato malissimo nel 1994 con la Disney, di cui era CEO, e ci aveva il dente iper-avvelenato, voleva un prodotto che si potesse rifilare anche agli adulti e che prendesse in giro le meccaniche della fiaba disneyana. Il regista Andrew Adamson gli portò una storia ricca di giochi di parole spinti, talvolta con riferimenti sessuali, e con la colonna sonora dei Guns N’ Roses: da lì al 2001 il tutto venne però ammorbidito. A Radio Disney, media ufficiale della casa del topo, fu proibito di pubblicizzare la pellicola; come risposta il DVD di Shrek uscì a sorpresa lo stesso identico giorno dell’esordio in sala di Monsters & Co (2 novembre del 2001), cosa che inasprì ulteriormente il rapporto già teso.

3) Per le fattezze di Shrek si prese come ispirazione il wrestler, e per breve tempo giocatore di rugby, francese Maurice Tillet, attivo nella prima metà del 1900 e conosciuto anche con lo pseudonimo di ‘Angelo Francese’ o di ‘Uomo più brutto sulla terra’. Nel film Shrek e Ciuchino affronteranno inoltre dei cavalieri imitando alcune delle più famose mosse di Wrestling.

55978

Per la voce originale, invece, Mike Myers prese il posto del prematuramente scomparso Chris Farley (visto in “Fusi di testa”, “Billy Madison” e “Mai Dire Ninja”). A Myers fu chiesto tra l’altro di usare l’accento scozzese già sentito in “Mia moglie è una pazza assassina?” e soprattutto in “Austin Powers – La Spia che ci provava”, dove lo utilizzava sotto le (enormi e puzzolenti) spoglie di Ciccio Bastardo.

4) Shrek fu il primo film d’animazione a vincere l’Oscar nella neonata ed omonima categoria, come miglior pellicola. Vinse la concorrenza spietata proprio di “Monsters & Co.” e di “Jimmy Neutron: ragazzo prodigio”. Prima del 2001 i lungometraggi animati gareggiavano insieme ai film ‘normali’ e solo “La Bella e La Bestia” nel 1991 aveva ricevuto una nomination (si parla di miglior film), anche se la Pixar ricevette nel 1996 un Oscar Speciale per l’animazione per gli incredibili risultati ottenuti con “Toy Story”, così come accadde nel 1938 per l’Oscar alla carriera ricevuto da Walt Disney dopo l’uscita del rivoluzionario “Biancaneve e i 7 Nani”.

5) Il finale in fase di produzione prevedeva che Shrek e Fiona si allontanassero al tramonto mentre il libro che raccontava la loro storia si chiudeva, dando un classico happy ending in tono fiabesco alla pellicola. Fu ancora lo stesso Katzenberg a far cambiare il tutto, perché voleva che gli spettatori se ne andassero via con “una bella risata” (e perché sapeva troppo di finale disneyano, ma questo lo aggiungo io). Fece fare dunque la sequenza dell’esibizione musicale nella palude di Shrek, con Ciuchino e gli altri personaggi della storia che cantano e ballano sulle note di “I’m a Believer”, versione Smash Mouth.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...